Milano     Tel. 02 36 52 10 64     centromeid@centromeid.com


Nutrizione Endocrinologia Gastroenterologia

 
Ricerca personalizzata
Web
 
 
 
Home » SERVIZI » Nutrizione Endocrinologia Gastroenterologia

Nutrizione Endocrinologia Gastroenterologia

INTOLLERANZA AL LATTOSIO

La più comune intolleranza enzimatica è quella al lattosio, generalmente ereditaria e molto diffusa. Il lattosio è lo zucchero contenuto nel latte. Prima di essere utilizzato dall'organismo il lattosio deve essere scomposto in glucosio e galattosio.

Per effettuare questa operazione è necessario l'enzima lattasi. Se non vengono prodotte sufficienti quantità di lattasi una parte del lattosio può non essere digerito. La sintomatologia è dose-dipendente: maggiore è la quantità di lattosio ingerita, più evidenti sono i sintomi, che possono includere flautulenza, diarrea, gonfiore e dolori addominali. In caso di diagnosi di intolleranza al lattosio non è sempre necessario eliminare i prodotti che lo contengono, a volte è possibile individuare la quantità di lattosio che può essere tollerata senza scatenare sintomi.

L' intolleranza al lattosio può essere dovuta ad una deficienza primaria, condizione genetica piuttosto rara, oppure, caso più frequente, ad una deficienza secondaria che si sviluppa negli adulti dopo l'età dello svezzamento per fisiologica perdita di funzionalità dell'enzima. La deficienza secondaria può manifestarsi più precocemente in quei soggetti che riportano un polimorfismo a carico del promotore del gene della lattasi.

 

GLUTEN SENSITIVITY

La sintomatologia della "Gluten Sensitivity" si manifesta in seguito all'assunzione di glutine, con disturbi gastrointestinali (meteorismo, dolori addominali, diarrea o stipsi o alvo alterno) ed extraintestinali (sonnolenza, difficoltà di concentrazione, annebbiamento mentale, cefalea, artromialgie, parestesie degli arti, rash cutanei tipo eczema, depressione, anemia, stanchezza cronica). Il quadro clinico regredisce completamente nel giro di pochi giorni con l'eliminazione del glutine dalla dieta. I sintomi descritti sono molto simili a quelli dell'allergia al grano e della celiachia, ma la diagnosi di Gluten Sensitivity è al momento una diagnosi di esclusione, caratterizzata, cioè, dalla negatività dei test immunologici per l'allergia.

Al momento non sono stati individuati per la Gluten Sensitivity dei marcatori anticorporali specifici e l'unica alterazione si riscontra sul piano genetico con una positività per HLA-DQ2 e/o DQ8 nel 50% dei casi circa rispetto al riscontro di questi marker genetici nel 99% dei celiaci e nel 30% della popolazione generale. Altra differenza fra le due patologie: nella celiachia vi è un'alterazione sia dell'immunità innata (quella che abbiamo tutti dalla nascita) che dell'immunità adattiva (la risposta dell'organismo ad un agente percepito come esterno e pericoloso), mentre i pazienti affetti da Gluten Sensitivity hanno un difetto dell'immunità innata, che reagisce quindi in poche ore al glutine, percepito come proteina nemica. Nella celiachia il danno e la conseguente reazione del corpo possono invece avvenire dopo mesi, in molti casi dopo anni. C'è ancora da sottolineare che il grado di sensibilità al glutine è individuale (differente da soggetto a soggetto), e la stessa può aumentare o scomparire del tutto nel corso degli anni, a differenza della celiachia che invece solitamente si accompagna ad un effetto cumulativo. I soggetti che soffrono di ipersensibilità al glutine (gluten sensivity) mostrano sintomi molto simili a quelli prodotti dalla sindrome del colon irritabile (gonfiore, dolori addominali, mal di testa, ecc) per cui tale nuova entità clinica può consentire finalmente un corretto inquadramento di quei pazienti che per molti anni sono stati considerati come affetti da colon irritabile o con problematiche di tipo psicologico ed ansioso-depressivo o pazienti da sorvegliare per il possibile sviluppo futuro di celiachia. 

La "Gluten Sensitivity" (manifesta dall'età adolescenziale all'età adulta; estremamente rara in età pediatrica) è circa sei volte più frequente della celiachia e in pratica si può affermare con buona approssimazione che, se il numero di celiaci attesi in Italia è di circa 500.000 unità, i pazienti con Gluten Sensivity sono almeno 3 milioni.

E' stato dimostrato che esiste un'entità clinica distinta dalla celiachia per patogenesi e geni coinvolti, chiamata ipersensibilità al glutine che affligge le persone sane con mucose intestinali del tutto normali e che non mostrano i danni tipici della celiachia, anche se l'intestino è interessato da lieve inffiammazione.


Dott.ssa Eid

Tampone buccale lattosio + glutine € 110,00

Orari Prenotazione Disponibili

Lunedí 10-08-15
Martedí 11-08-15
Mercoledí 12-08-15
Giovedí 13-08-15
Venerdí 14-08-15
Lunedí 17-08-15
Martedí 18-08-15
Mercoledí 19-08-15
Giovedí 20-08-15
Venerdí 21-08-15
Lunedí 24-08-15
Martedí 25-08-15
Mercoledí 26-08-15
Giovedí 27-08-15
Venerdí 28-08-15
Lunedí 31-08-15

Il Sistema di prenotazioni online CentroMeid é temporaneamente disabilitato, ci scusiamo per il disagio.

Per info o prenotazioni, telefonare al numero 02 36521064 o inviare una mail a centromeid@centromeid.com
'
LOGIN